itenfrderues
 

Comunicati Stampa

“Recuperiamo la piena disponibilità di un immobile di proprietà comunale e siamo al lavoro per un suo immediato riutilizzo. Un risultato importante, frutto di una mediazione costante nel solco dell’operatività silenziosa e concreta di questa Amministrazione”. Così il Sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì commenta il rilascio dell’edificio sul lungomare Andrea Doria di proprietà Comunale, da parte della Città Metropolitana di Messina che aveva ancora in uso classi e uffici amministrativi dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Merendino” oltre che sportelli periferici dell’Ufficio Tecnico della stessa Città Metropolitana.

“Voglio ringraziare il Sindaco Metropolitano Cateno De Luca per la sensibilità mostrata e per aver celermente accolto la nostra richiesta di rilascio dei locali – afferma ancora il Sindaco Ingrillì – l’interlocuzione attiva tra Istituzioni è fondamentale per dare risposte alle comunità”. Il vicesindaco  Andrea Paterniti, che detiene la delega alla Pubblica Istruzione, ha seguito dall’inizio, con incontri e sopralluoghi, la vicenda: “Una soluzione che metterà fine a costo zero all’emergenza plessi avuta in questi anni” commenta il Vicesindaco Paterniti che sottolinea ancora come “il pieno recupero dell’edificio sul Lungomare Andrea Doria è fondamentale nella prospettiva di una esigenza logistica di razionalizzazione degli istituti scolatici sul territorio. Sotto questo punto di vista i prossimi mesi saranno impegnativi e noi ci faremo trovare pronti”.

Avviso Pubblico

Bandi e Concorsi

Ordinanze

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa

Rimossa una micro-discarica a Piscittina L’Assessore Colombo: “Scene e comportamenti intollerabili”

E’ stata rimossa stamattina la piccola discarica di rifiuti segnalata nello scorso fine settimana in contrada Piscittina. L’Assessore all’Ambiente Fabio Colombo ha allertato la ditta Loveral che gestisce il servizio di raccolta e conferimento rifiuti e, nonostante le cattive condizioni del tempo seppur in condizioni organizzative difficili a causa dell’emergenza sanitaria in corso, la zona è stata ripulita in poco tempo.
“Ringrazio la Loveral per la disponibilità e l’impegno, ma davvero non si possono tollerare situazioni simili che denotano un rispetto per l’ambiente pari a zero e un senso civico totalmente assente – commenta l’Assessore Colombo – né si può tollerare il silenzio di chi afferma non aver visto nessuno abbandonare legname, scatole e sacchi interi di rifiuti, pur abitando a poche decine di metri di distanza. L’omertà non appartiene a chi ama la propria città, non sono scene e comportamenti degni di un paese come il nostro, tra l’altro in un momento in cui ci troviamo a gestire una grave emergenza sanitaria.
Invito tutti a denunciare chi commette atti contro l’ambiente e contro la propria comunità: come Amministrazione stiamo procedendo ad acquistate delle microtelecamere da installare in alcuni punti del territorio comunale e poter così contrastare il malcostume delle discariche abusive, piccole e grandi, oltre a comminare la giusta sanzione ai responsabili”.

Comunicati Stampa

Un caso di positività al coronavirus a Capo d’Orlando, il Sindaco Ingrillì: “Seguiamo costantemente la situazione, oggi altri tamponi. Continuiamo a rispettare le regole”

 “Stiamo seguendo costantemente la situazione: la persona risultata positiva al coronavirus era già da qualche giorno in isolamento insieme alla sua famiglia. Le condizioni di salute generali sono buone e, a nome dell’intera comunità orlandina, gli auguriamo una pronta guarigione.
Non ci sono ragioni di allarmismo in quanto, dai riscontri fatti, non ha avuto contatti al di fuori dell’ambito familiare e lavorativo, cioè nelle residenze sanitarie dove presta servizio. A tal proposito, oggi, a solo scopo precauzionale, così come prevede la procedura, verranno eseguiti tamponi sul personale e sui degenti della struttura di via Torrente Forno di cui ho potuto personalmente apprezzare la professionalità, l’attenzione alla sicurezza e la cura con cui vengono assistiti i pazienti. Ovviamente terremo aggiornata tempestivamente la cittadinanza sull’evolversi della situazione”.
Così, il Sindaco Franco Ingrillì interviene dopo la notizia della positività al nuovo coronavirus di un uomo di Capo d’Orlando che lavora in una residenza sanitaria del comprensorio in cui è già stato registrato qualche caso di Covid-19.
“Ancora di più, in questo momento, è importante attenersi alle regole – prosegue il Sindaco Ingrillì – bisogna muoversi solo per reali motivi di necessità e non uscire da casa se non per fare la spesa o andare in farmacia. Anzi, approfittiamo del servizio di consegna a domicilio che viene svolto da supermercati, farmacie e ristoranti e non dimentichiamo di aiutare le persone bisognose. Dimostriamo di essere comunità unita e solidale: non solo ce la faremo, ma ne usciremo ancora più forti”.

 

Comunicati Stampa

In isolamento 120 persone, nessun caso positivo

Aggiornamento al 28 marzo sull'emergenza coronavirus a Capo d'Orlando: 120 persone in isolamento, nessun caso positivo.
Si rinnova l'invito a restare a casa e a rispettare le regole.

Comunicati Stampa

Il Consiglio Comunale approva la richiesta di anticipazione di liquidità: due milioni e mezzo per l’economia locale

Il Consiglio Comunale di Capo d’Orlando, riunito in videoconferenza, ha approvato con 10 voti a favore e 4 astenuti la richiesta di anticipazione di liquidità per circa 2 milioni e 500mila euro alla Cassa Depositi e Prestiti per procedere al pagamento di debiti con i fornitori.
Si tratta di un provvedimento voluto dall’Amministrazione Comunale per rinvigorire l’economica locale duramente provata dall’emergenza coronavirus. Era stato lo stesso Sindaco Franco Ingrillì ad annunciare nei giorni scorsi la decisione di immettere liquidità nel tessuto economico orlandino, insieme alla sospensione del pagamento della Tari e delle bollette dell’acqua per il 2020.
“Una boccata d’ossigeno per i fornitori e le imprese in un momento di grande difficoltà – ha commentato il Sindaco Ingrillì – stiamo compiendo grandi sforzi nell’ottica del risparmio e del recupero dei crediti e stiamo raccogliendo i frutti di un lavoro certosino”.
In apertura di seduta, il Presidente del Consiglio Carmelo Galipò ha chiesto di osservare un minuto di silenzio, seppur virtuale, per onorare i tanti morti a causa del Covid-19. “L’Italia sta pagando un prezzo altissimo in termini di vite umane – ha affermato il Presidente Galipò – mentre il tessuto economico è allo stremo e la vita sociale costretta a disgregarsi per consentire quel distanziamento necessario per evitare la diffusione del virus. Oggi siamo chiamati ad una grande responsabilità civica e domani saremo chiamati ad un enorme sforzo unitario per risollevarci”.

Leggi tutto...

Torna su