itenfrderues
Area News

Comunicati Stampa

Da oggi, sabato 9 gennaio, è vietata la vendita di bevande alcoliche di qualunque gradazione dalle 18 alle 7 del giorno successivo. Allo stesso modo, è vietato, per tutta la giornata, consumare alcolici nelle aree pubbliche o aperte al pubblico all’interno del Comune di Capo d’Orlando. E’ il contenuto dell’ordinanza firmata dal Sindaco Franco Ingrillì che stabilisce, per i trasgressori, sanzioni che vanno da 400 a 3000 euro. Del divieto di vendita di alcolici sono esonerati supermercati e generi alimentari.
“I controlli da parte delle forze dell’ordine aumenteranno da subito - commenta il Sindaco Ingrillì. Ma se vigili, carabinieri e polizia non possono essere dappertutto, dobbiamo in ogni modo evitare assembramenti e da sempre l’alcol è un motivo di aggregazione nelle strade e nelle ville per giovani e giovanissimi. Non vogliamo penalizzare nessuno, ma abbiamo il dovere di far capire, specialmente ai più giovani, l’importanza di adottare comportamenti corretti e di osservare le regole cui tutti ci dobbiamo uniformare per contrastare la diffusione del contagio da covid-19. L’aumento considerevole dei positivi a Capo d’Orlando subito dopo le festività natalizie è sotto gli occhi di tutti ed è una realtà con la quale dobbiamo confrontarci”.
Intanto, lo screening rivolto a docenti e personale Ata dei due Istituti Comprensivi si è concluso stamattina: tutti i tamponi hanno dato esito negativo. “E’ senz’altro una buona notizia che trasmette ottimismo e fiducia – afferma ancora il Sindaco Ingrillì – facciamo tutto quanto è possibile fare per controllare e prevenire”.
Il Sindaco di Capo d’Orlando, poi, si prepara ad adottare un provvedimento per supportare medici di famiglia e pediatri di libera scelta cui spetta, secondo le recenti decisioni dell’Asp di Messina, la notifica dei provvedimenti di inizio e di fine quarantena e isolamento ai pazienti positivi e ai loro contatti. “I medici sono oberati di lavoro e questa nuova incombenza non solo appesantisce e rallenta la loro delicata attività quotidiana, ma rischia di mandare in tilt la gestione complessiva degli isolamenti con conseguenti ripercussioni di natura sanitaria e sociale. Per questo – afferma il Sindaco Ingrillì – offriremo la collaborazione degli uffici comunali per la gestione degli isolamenti, così come avveniva fino pochi giorni fa. Era un sistema ormai collaudato ed efficiente che è utile proseguire”.

Torna su