Regione Sicilia 
itenfrderues

Comunicati Stampa

Nel corso dell'ultimo Consiglio Comunale è stato approvato, tra l'altro, il regolamento sulla cosiddetta Pace Fiscale, che consentirà di sanare le sanzioni relative ai tributi locali non pagati dal 2000 al 2017, secondo quanto disposto dall'art. 15 del Decreto Crescita 2019.
“Si tratta di una opportunità economicamente vantaggiosa per commercianti, artigiani e imprese locali che possono sanare controversie legate al pagamento di tributi come Imu, Tari, Tasi e Ici – commenta il Sindaco Franco Ingrillì. Fino al 15 ottobre prossimo sarà possibile presentare richiesta per sanare le ingiunzioni fiscali di pagamento notificate dall'anno 2000 al 2017.
In Consiglio è stata raggiunta una sintesi tra gli emendamenti proposti dai consiglieri di maggioranza e quelli della minoranza - prosegue il Sindaco Ingrillì. Ad esempio, avevamo proposto una procedura di pagamento in nove rate, ma l'accordo raggiunto con la minoranza ha previsto la diminuzione a otto delle stesse con l'inizio del pagamento che slitta da settembre a ottobre.
Per questo, desidero ringraziare il Consiglio Comunale nella sua interezza per il dibattito pacato che ha consentito di raggiungere una sintesi per l'adesione alla Pace Fiscale e in particolare il Consigliere Enza Giacoponello che ha proposto l'adozione del regolamento e ha seguito tutto l'iter in Commissione”.

torna all'inizio del contenuto