Regione Sicilia 
itenfrderues

Comunicati Stampa

 

E' stato dichiarato ammissibile a finanziamento per un importo di un milione e 284 mila euro il progetto del Comune di Capo d'Orlando sulla rifunzionalizzazione di un immobile e dell'area adiacente in via Consolare Antica confiscati alla criminalità a seguito di un'operazione delle forze dell'ordine negli anni scorsi.
Il progetto, redatto dal responsabile dell'area Lavori Pubblici dell'Ufficio Tecnico Comunale Mario Sidoti Migliore e finanziato dal Ministero dell'Interno con fondi Pon (Piano operativo nazionale) Legalità 2014/2020, Asse 3 azione 3.1.1., prevede che l'immobile confiscato venga destinato a centro per donne vittime di violenza, mentre lo spiazzo antistante sarà nella disponibilità dell'Amministrazione Comunale per fini istituzionali.
“Nelle sfide per la legalità, Capo d'Orlando, ieri come oggi, risponde presente – afferma il Sindaco Franco Ingrillì. Questo progetto ha una duplice valenza di tutta evidenza: da un lato la concreta riabilitazione dei beni confiscati alla criminalità e dall'altro la loro destinazione a fini di utilità sociale. Il centro che nascerà sarà a supporto dell'attività di ascolto, accoglienza e assistenza psicologica e legale nei casi di abusi subiti da donne in ambito familiare ed extra-familiare, sulla scia di un'attività intensa svolta sul campo in questi anni dalle associazioni di volontariato con il supporto sostanziale dell'Amministrazione. Il piazzale antistante sarà nella disponibilità del Comune per esigenze logistiche e per lo svolgimento di attività istituzionali”.

torna all'inizio del contenuto