itenfrderues

Autocertificazioni:

ATTI in vigore:

Provvedimenti attualmente vigenti, approvati dal Governo in seguito all'emergenza sanitaria internazionale;

“Fase 2” - Domande frequenti sulle misure adottate dal Governo;

Ordinanze COVID-19 Presidenza della Regione;

Ordinanze Sindacale Emergenza Covid-19;

Numeri utili

Per chi rientra in Sicilia:

0941 901030 (attivo dalle 8:00 alle 14:00)

Segreteria Sindaco: 0941 915244

E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Per chi ha bisogno di ricevere beni di prima necessità

Servizi Sociali: 0941 915340 (attivo dalle 8:00 alle 14:00)

Il Comune informa:

1. A decorrere dal 20 giugno e sino a nuova disposizione, fatto salvo il principio di liberalizzazione degli orari sancito dal D.L. 6 dicembre2011, n.201, convertito in Legge n.214/2011, tutte le
tipologie di pubblici esercizi, esercizi di vicinato alimentare, laboratori artigianali di prodotti alimentari (a titolo esclusivamente esemplificativo e non esaustivo: ristoranti, trattorie, pizzerie,
pub, self-service, bar, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie e similari, fermo restando il possesso delle autorizzazioni di legge, la chiusura dei locali al pubblico entro i seguenti orari:
· Lunedì-martedì e mercoledì sino alle ore 01:00;
. Venerdì e sabato sino alle ore 02:30;
· Giovedì e Domenica sino alle ore 01.30;
2.Il rispetto dell’osservanza dei protocolli sanitari di cui alle Linee Guida del'11 giugno 2020 allegate all'ordinanza del Presidente della Regione Siciliana n.25 del 13giugno2020;
3. A far data dall’adozione del presente provvedimento e sino a nuove disposizioni, ai titolari o gestori di esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande, ai titolari di circoli e/
associazioni culturali, ai titolari di tutti gli esercizi commerciali abilitati alla vendita e al consumo sul posto e comunque di quegli esercizi, ove l’attività principale venga accompagnata dalla
produzione di emissioni sonore, viene consentita l’attività di intrattenimento e diffusione musicale nelle aree esterne e dehors di rispettiva pertinenza, ove legittimamente occupate:
- Lunedì - martedì – mercoledì – giovedì - domenica sino alle ore 01:00;
- Venerdì e sabato sino alle ore 02:00;
Nelle ore pomeridiane viene esclusa la possibilità di intrattenimento e/o diffusione di musica durante la fascia oraria compresa tra le ore 14,00 e le ore 17,00.
Negli spazi interni vanno osservati i medesimi orari.

4. Prescrizioni da rispettare:
durante lo svolgimento delle attività di intrattenimento o diffusione musicale i titolari degli esercizi commerciali dovranno procedere ad osservare le disposizioni introdotte con la presente ordinanza, nonché ad osservare scrupolosamente la normativa in materia di inquinamento acustico, rispettando i limiti delle emissioni così come previsti dal D.P.C.M. 14/11/1997 e in ogni caso quelli disposti con la presente ordinanza se più restrittivi.
In ogni caso le emissioni di musica in spazio esterno e dehors di rispettiva pertinenza non potranno superare i 60 DB fino al limite di orario come sopra determinato.


Apertura del Cimitero Comunale la domenica e nei giorni festivi dalle ore 07,00 alle ore 13.00 e tutti i giorni feriali dalle ore 08,00 alle ore 17,00, senza limiti di accesso di persone e di apertura di cancelli, con le seguenti prescrizioni:
- si devono indossare mascherine protettive e guanti;
- si deve rispettare rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro al fine di evitare assembramenti.


Pasticcerie, panifici e tabacchi:
L’art.10, co.1 dell’ordinanza n.21 del 17 maggio 2020, nella parte in cui esclude dall’obbligo di chiusura al pubblico “le farmacie, le edicole, i bar, la ristorazione e i fiorai”, va interpretato nel senso che nel suddetto novero di esclusioni vanno altresì ricompresi, anche alla luce dell’art.3 della medesima ordinanza, le pasticcerie, i panifici e i mercati del contadino che, pertanto, potranno scegliere se osservare o meno l’apertura al pubblico nei giorni domenicali e festivi, e ciò tenuto conto della omogeneità contenutistica delle attività svolte con quelle espressamente autorizzate dall’ordinanza, e i tabacchi, per le particolari finalità svolte da detti esercizi nelle giornate domenicali e festive.
-Esercizi commerciali in luoghi turistici e in luoghi di culto:
I Sindaci possono disporre con proprie ordinanze, nel rispetto degli obblighi di distanziamento interpersonale e di tutte le misure di prevenzione del contagio, l’apertura al pubblico nei giorni domenicali e festivi degli esercizi commerciali siti in luoghi turistici e in luoghi di culto, con eccezione di supermercati e outlet, per i quali continua a valere l’obbligo di chiusura.
Vista l’Ordinanza Sindacale n. 57 del 18/05/2020 avente ad oggetto:” Ulteriori disposizioni per l'attuazione e la promozione della diffusione delle informazioni sulle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da covid-19”.

Fino alle ore 24,00 del 31/07/2020,su tutto il territorio comunale siano osservati i sotto indicati divieti:

-Divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione dalle ore 22,00 alle ore 07,00 da parte di tutte le tipologie di esercizi pubblici, attività commerciali, esercizi di vicinato attività artigianali di asporto e distributori automatici.Rimane invece consentita, nel rispetto delle misure di sicurezza attualmente vigenti, la consumazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione solo all’interno dei pubblici esercizi in sede fissa e all’esterno degli stessi, nelle aree in concessione, esclusivamente con servizio al tavolo;
-divieto di detenere e consumare dalle ore 22,00 alle ore 07,00 bevande alcoliche di qualsiasi gradazione su area pubblica o privata ad uso pubblico compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico salvo servizi al tavolo dove tali aree siano inconcessione;

Fino alla data del 31.12.2020 viene consentita l’attività di intrattenimento e diffusione musicale nelle aree esterne e dehors di rispettiva pertinenza, ove legittimamente occupate:
- nei giorni feriali fino alle ore 24,00;
- il venerdì, nei giorni prefestivi e festivi fino alle ore 1,00 del giorno seguente;
- nelle ore pomeridiane viene esclusa la possibilità di intrattenimento e/o diffusione di musica durante la fascia oraria compresa tra le ore 14,00 e le ore 17,00.


Ripresa delle attività di vendita nel mercato settimanale del giovedì a partire dal 28 maggio 2020;
Che tale ripresa delle attività potrà essere effettuata alle condizioni di seguito riportate:

MERCATO DEL GIOVEDÌ':
-ingresso operatori a partire dalle ore 07,00;
-orario di vendita dalle ore 07,30 alle ore 12,00;
Non sarà possibile accedere all'area di vendita prima di tale orario e dovrà essere rispettata sempre la distanza interpersonale di almeno un metro;
L'accesso sarà possibile a due soli componente per nucleo familiare dotato di dispositivi di protezione individuale (mascherina e guanti) salvo comprovati motivi che richiedano l'accompagnamento.


Sospensione del mercato settimanale del lunedì il mercato del contadino in Piazza 4 Luglio ex scalo merci.


Sono autorizzate le attività di somministrazione di alimenti e bevande quali, a titolo esclusivamente esemplificativo e non esaustivo, ristoranti, trattorie, pizzerie, pub, self-service, bar, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie e similari.


Sono autorizzate a partire dall’8 giugno 2020 le attività di catering - fermo il monitoraggio del contesto epidemiologico attuale -, rimanendo subordinata per ciascun evento la individuazione di locali pubblici o privati adeguati a garantire il rispetto delle linee guida e le specifiche disposizioni individuate nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Sono autorizzate fino al 7 giugno tutte le attività propedeutiche all’apertura, compreso l’incontro con la clientela, purché nel rispetto dei principi di distanziamento interpersonale e di prevenzione del contagio.


Sono autorizzate tutte le attività propedeutiche all’apertura degli stabilimenti balneari, ivi compresa l’attività di incontro con la clientela e, in generale, la utilizzazione degli spazi finalizzata alla promozione e vendita dei propri servizi. Le linee guida si applicano per tutte le attività propedeutiche richiamate nonché, per le attività sportive esterne da svolgere nell’ambito degli stabilimenti balneari (quali, solo a titolo esemplificativo: tamburello, bocce e ogni altra attività motoria di spiaggia), tutte le disposizioni indicate nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 per le attività sportive, oltre alle direttive e circolari regionali e nazionali in materia di sport.


È consentita, inoltre, la possibilità di locare per periodi stagionali le cabine a più persone anche non appartenenti allo stesso nucleo familiare, purché sia garantito il rispetto delle norme di igiene necessarie alla sanificazione dei locali chiusi e con l’ingresso di non più di una persona alla volta, ad eccezione di minori e persone non autosufficienti.


Sono consentite le attività turistiche, le attività alberghiere ed extralberghiere, compresi gli alloggi in agriturismo, bed&breakfast, villaggi turistici, campeggi, case vacanza e similari, nel rispetto di quanto specificamente disposto dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020.


Sono autorizzate, altresì, le attività di bar e ristorazione interne alle strutture ricettive, nonché i servizi di cura alla persona secondo quanto disposto dalla presente ordinanza.


Sono autorizzati, anche al domicilio, i servizi di cura alla persona quali acconciatori, barbieri ed estetisti. Per le attività e i corretti dispositivi di protezione individuale si fa riferimento alle linee guida approvate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.


Sono sospese le attività dei centri benessere - compreso l’uso di saune e bagni turchi in altri luoghi pubblici o aperti al pubblico - e dei centri termali, ad eccezione per la erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza.


Sono autorizzate tutte le attività di commercio al dettaglio, di vendita di beni e servizi (quali ad esempio le autoscuole, le agenzie di viaggio e similari), nonché tutte le attività artigianali.


In modo specifico, per quanto attiene alla attività di autoscuola e similari, sono autorizzate le esercitazioni c.d. pratiche ove i mezzi utilizzati consentano il rispetto delle misure di prevenzione del contagio, rimanendo disciplinate dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020, nonché dalla normativa nazionale, tutte le regole per l’espletamento degli esami per il rilascio dei relativi titoli e/o patenti.


Le biblioteche sono aperti al pubblico a partire dal 25 maggio 2020. I parchi archeologici e i luoghi di cultura all’aperto sono aperti dalla data del 18 maggio 2020.


E' consentito l’accesso al personale incaricato di realizzare le attività di manutenzione, ristrutturazione, montaggio, pulizia e sanificazione, nonché agli operatori economici ai quali sono commissionate tali attività.


Sono vietati, in attuazione del decreto legge 16 maggio 2020, n. 33, gli assembramenti di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.


Sono autorizzate a partire dall'8 giugno 2020 le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli, con la presenza di pubblico - ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico e fieristico -, nonché ogni attività convegnistica o congressuale, in luogo pubblico o aperto al pubblico fermo il monitoraggio delle attuali condizioni epidemiologiche dell’Isola.


Sono, altresì, autorizzate l’apertura delle c.d. discoteche, dei teatri e dei cinema all’aperto, per le quali attività saranno emanate apposite linee guida regionali e, in ogni caso, esse dovranno svolgersi nel rispetto delle disposizioni di cui al decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020.


Sono autorizzate dal 18 maggio 2020 le manifestazioni che possano svolgersi con il pubblico distanziato e “in forma statica”, così come espressamente disposto dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020.

In ogni caso, l’autorità di Pubblica sicurezza, ove necessaria la relativa autorizzazione, deve indicare il numero dei partecipanti autorizzati a intervenire alla pubblica manifestazione, in rapporto proporzionale con gli spazi dedicati, tenuto conto della distanza interpersonale non inferiore ad un metro tra ogni soggetto e dell’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.


E' consentito l’accesso al personale incaricato di realizzare le attività di manutenzione, ristrutturazione, montaggio, pulizia e sanificazione, nonché agli operatori economici ai quali sono commissionate tali attività.


È autorizzato nelle superiori giornate anche il servizio di consegna a domicilio di generi alimentari e di prima necessità sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione.

I titolari di esercizi sono autorizzati dal 18 maggio al 7 giugno 2020, a prolungare l’orario di apertura della propria attività, non oltre le ore 23,30, ovvero rinunciare al giorno di chiusura settimanale al fine di avviare le proprie attività e di garantire i relativi servizi al pubblico - tenuto conto delle possibili evenienze determinate dal ridotto numero di soggetti autorizzati ad entrare nei locali pubblici (ad esempio, nei servizi per la cura della persona) derivanti dal rispetto compiuto delle Linee guida vigenti .

Detta disposizione non si applica per i servizi (a titolo meramente esemplificativo bar, pub e ristoranti) i cui orari di chiusura sono successivi a quello sopra indicato.


Sono autorizzati gli stage professionali ed i tirocini formativi che si svolgono presso le attività produttive (commerciali, artigiani e industriali), finalizzati alla c.d. formazione al lavoro con gli adeguati mezzi di protezione individuale.


Gli esercenti di servizio di trasporto pubblico locale di linea urbano su gomma assicurano i servizi garantendo nella fascia oraria 6-21 almeno il 50% degli assetti previsti dagli attuali contratti stipulati con le amministrazioni comunali.

Fermo restando le disposizioni nazionali vigenti per i servizi di trasporto pubblico urbano, è consentito l'accesso ai passeggeri nella misura massima del 40% dei posti omologati e comunque garantendo il rispetto della distanza minima di un metro tra gli stessi. Lo spazio riservato al conducente del mezzo deve essere opportunamente delimitato.


Sono consentite tutte le attività sportive individuali, ovvero con un accompagnatore per i minori e le persone non autosufficienti, purché nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale e delle norme relative al contenimento del contagio.


I circoli, le società, le associazioni sportive e le palestre sono autorizzati all’espletamento delle proprie attività, anche in luoghi al chiuso, nel rispetto del distanziamento interpersonale, senza alcun assembramento. Nelle medesime strutture è autorizzata l’apertura di bar e ristoranti.


E’ autorizzata l’apertura delle piscine a partire dal 25 maggio 2020.


Per quanto attiene alle specifiche disposizioni sulla attività sportiva - anche di squadra - ed alle manifestazioni, agli eventi ed alle competizioni sportive si rinvia integralmente alle dettagliate disposizioni di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 ed al rispetto delle linee guida e dei protocolli ivi indicati.


Ferme le specifiche disposizioni sull’uso di dispositivi di protezione individuale e del distanziamento, è obbligatorio nei luoghi pubblici e aperti al pubblico l’utilizzo di mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca. Il dispositivo protettivo deve, comunque, essere sempre nella disponibilità del cittadino nella eventualità in cui ne sia necessario l’utilizzo.


Non sono soggetti all’obbligo di utilizzo di mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca i bambini al di sotto dei sei anni e i soggetti con forme di disabilità che ne rendano incompatibile l’uso.


Per coloro che svolgono attività motoria non è obbligatorio l’uso di mascherina o copertura durante l’attività fisica stessa, mantenendo il distanziamento di metri due, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività medesima.E’ avviata la procedura per la presentazione delle istanze per buoni spesa/voucher - emergenza socio-assistenziale da COVID-19- per l’acquisto di beni di prima necessita’ (alimenti, prodotti farmaceutici, prodotti per l’igiene personale e domestica, bombole del gas) avvisa che possono essere presentate le istanze secondo quanto stabilito nell'avviso pubblico ed utilizzando il modello di istanza allegato

Sono in distribuzione i buoni spesa introdotti per sostenere le famiglie in difficoltà durante l’emergenza sanitaria Covid-19, così come disposto dalla recente ordinanza di Protezione Civile Nazionale.
L’acquisto di generi alimentari e di prima necessità può essere effettuato negli esercizi commerciali presenti nel portale telematico https://capodorlando.socialbonus.it.


Sospensione, fino a nuove disposizioni e comunque fino alla cessazione dello stato di emergenza, dell’attività lavorativa pomeridiana degli uffici comunali nelle giornate di martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 18.00;


 I soggetti in quarantena obbligatoria:

  • Devono interrompere la raccolta differenziata: tutti i rifiuti domestici sono considerati indifferenziati e devono essere conferiti insieme nelle giornate di mercoledì e sabato;
  • Bisogna evitare l’accesso di animali da compagnia ai locali dove si trovano i sacchetti dei rifiuti;
  • I rifiuti dovranno essere contenuti in almeno due sacchetti, uno dentro l’altro;
  • I sacchetti non vanno schiacciati o compressi con le mani e devono essere chiusi utilizzando guanti monouso.

Tutte le altre persone devono proseguire regolarmente la raccolta differenziata rispettando i giorni di conferimento ed attuando alcuni accorgimenti a scopo cautelativo:

  • fazzoletti e rotoli di carta, oltre a mascherine e guanti utilizzati, devono essere smaltiti come rifiuti indifferenziati;
  • per il conferimento devono essere utilizzati almeno due sacchetti, uno dentro l’altro;
  • i sacchetti non vanno schiacciati o compressi con le mani e devono essere chiusi con legacci o nastro adesivo, utilizzando guanti monouso.

Per tutti la raccomandazione è di pulire all’interno e all’esterno il mastello dei rifiuti prima di riportarlo in casa utilizzando guanti monouso e igienizzanti.


E’ disponibile sul sito internet del Comune di Capo d’Orlando il modulo di autocertificazione per l’isolamento domiciliare fiduciario a cui sono tenuti tutto coloro che sono rientrati in Sicilia provenienti da altre Regioni o dall’estero. Queste persone sono obbligate a comunicare il loro arrivo al Comune, all’Asp e al medico di famiglia. Inoltre, devono sottostare al regime di isolamento per un periodo di 14 giorni. Se l’abitazione non dispone di una stanza isolata con bagno annesso ad esclusivo utilizzo del soggetto, allora l’intera famiglia dovrà sottostare al regime di quarantena.


Chiunque volesse offrire un contributo, può chiamare la segreteria del Sindaco al numero telefonico 0941 915244. Al tempo stesso, le persone bisognose di farmaci e alimenti possono contattare l’Ufficio Servizi Sociali tutti i giorni fino alle 14 al numero telefonico 0941 915340. Il personale preposto raccoglierà le segnalazioni e i volontari della Protezione Civile si occuperanno della consegna a domicilio.


Sospesi i pagamenti della Tari e delle bollette dell'acqua per l'anno 2020.


Fino a nuove disposizioni rimarrà chiuso il Centro Comunale di Raccolta Rifiuti di contrada Pissi.


 Numero verde

 

Link Utili

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Ministero dell'Interno

Ministero della Salute

Dipartimento della Protezione Civile

Regione Siciliana

Sicilia Coronavirus (Regione Siciliana)

Protezione Civile Sicilia

Torna su