itenfrderues

Area News Comunicati Stampa

Pubblicato, sul sito istituzionale del Comune di Capo d’Orlando, l’avviso pubblico per la presentazione delle istanze per buoni spesa/voucher per l’acquisto di beni di prima necessità (alimenti, prodotti farmaceutici, prodotti per l’igiene personale e domestica, bombole del gas). L’Intervento, finanziato dalla Regione Sicilia con Fondi PO FSE SICILIA 2014/2020- Asse II, Inclusione Sociale e lotta alla povertà,OT9,- Priorità i investimento 9.I, Obiettivi specifico 9.1, Azione 9.1.3, è destinato a soggetti facenti parte di nuclei familiari che si trovano in stato di bisogno, a causa dell’emergenza socioassistenziale da Covid-19.
I buoni spesa/voucher da assegnare per singolo nucleo familiare hanno durata mensile ed un valore unitario massimo di:

  • 300,00 € per un nucleo composto da una sola persona;
  • 400,00 € per un nucleo composto da due persone;
  • 600,00 € per un nucleo composto da tre persone;
  • 700,00 € per un nucleo composto da quattro persone;
  • 800,00 € per un nucleo composto da cinque o più persone

La richiesta del buono spesa/voucher potrà essere presentata dall’intestatario della scheda anagrafica del nucleo familiare che non percepisce alcun reddito da lavoro, non risulta destinatario di alcuna forma di sostegno pubblico, come Reddito di Cittadinanza, REI, Naspi, Indennità di mobilità, CIG, pensione, ecc.
Il modulo è scaricabile dal sito del Comune di Capo d’Orlando: https://capodorlando.socialbonus.it e la domanda deve pervenire  al entro il 13 maggio prossimo tramite posta certificata (PEC) all’indirizzo This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
L’area Socio Assistenziale fornirà informazioni e chiarimenti, da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle ore 13. E’ possibile contattare gli assistenti ai numeri 0941 915347/353/323.
L’avviso sarà aperto fino ad esaurimento delle risorse erogate dalla Regione Siciliana e, se dopo la scadenza del 13 maggio residueranno economie dopo l’istruttoria delle istanze, sono state fissate altre scadenze per la presentazione delle ulteriori domande: dall’1.06.2020 al 10.06.2020; dall’1.07.2020 al 10.07.2020.

 

L’intervento è finanziato dalla Regione Sicilia con Fondi PO FSE SICILIA 2014/2020- Asse II, Inclusione Sociale e lotta alla povertà, OT9, - Priorità i investimento 9.I, Obiettivi specifico 9.1, Azione 9.1.3

Area News Comunicati Stampa

Sul ritardo nel pagamento degli stipendi ai dipendenti comunali, il Sindaco Franco Ingrillì ha rilasciato la seguente dichiarazione:
“Stamattina abbiamo disposto il pagamento di uno dei tre stipendi arretrati. Uno sforzo notevole che testimonia la nostra determinazione nel risolvere i problemi, a fronte di una congiuntura economica decisamente sfavorevole. Ringrazio i dipendenti che, con serietà e dedizione, hanno lavorato in un contesto sicuramente difficile.
Noi remiamo in direzione di Capo d’Orlando, delle famiglie, delle imprese: vorrei che anche i sindacati facessero lo stesso, rivolgendo le loro pressioni alle istituzioni regionali e nazionali per aiutare i Comuni, non solo il nostro ovviamente, con contributi e agevolazioni.
Non vogliamo essere soli in una battaglia che è di tutti e da cui dipende il benessere di tante famiglie”.

Area News Comunicati Stampa

A causa di un guasto alla rete idrica, nel tardo pomeriggio di oggi saranno possibili disagi nell'erogazione dell'acqua nel centro cittadino di Capo d'Orlando e nelle zone di San Gregorio, Bagnoli e Scafa. Un calo di pressione nella fornitura idrica potrebbe interessare soprattutto i piani più alti delle abitazioni.

Area News Comunicati Stampa

Si svolgerà nella prima settimana di maggio la gara indetta dall’Ufficio contro il dissesto idrogeologico per realizzare i lavori di ripascimento morbido del litorale di Capo d’Orlando e di manutenzione dei pennelli frangiflutti, sulla scorta del progetto redatto dallo studio messinese di ingegneria “Dinamica srl”.
Si tratta di un primo intervento di salvaguardia del litorale, in attesa dei lavori strutturali del Contratto di Costa, con la sabbia prelevata dall’area adiacente il porto turistico di Bagnoli che verrà depositata in diversi punti di intervento sia nella zona antistante il lungomare Andrea Doria, sia lungo la zona costiera di levante che costeggia la Sp 147 che conduce a San Gregorio.
“Secondo le previsioni, l’intervento dovrebbe partire nella seconda metà di giugno ma se dovesse andare troppo a ridosso della stagione balneare chiederemo di posticipare i lavori – afferma il Sindaco Franco Ingrillì. E’ un segnale di attenzione nei confronti del nostro territorio da parte del Governatore Musumeci e del Direttore dell’Ufficio contro il dissesto idrogeologico Maurizio Croce con cui abbiamo concordato questa tipologia di ripascimento che si sposa con la filosofia progettuale del Contratto di Costa”.

Area News Comunicati Stampa

 “Credo che in Sicilia ci siano le condizioni per una riapertura di diverse attività, pur nell’assoluto rispetto delle regole e senza pregiudicare i grandi sacrifici compiuti dai siciliani in questi due mesi”. Così il Sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì annuncia le iniziative intraprese per la “fase due”: l’interlocuzione avviata con gli amministratori del comprensorio dei Nebrodi con l’obiettivo di un intervento congiunto presso il Presidente della Regione Siciliana per sollecitarlo ad una iniziativa che dia respiro all’economia messa in ginocchio dall’emergenza sanitaria e  gli incontri programmati per il 29 e il 30 aprile con gli operatori commerciali e turistici di Capo d’Orlando.
“Sappiamo bene che la cosiddetta fase due è forse più delicata della prima, con rigide regole di distanziamento sociale e norme sulla sicurezza da osservare, ma è altrettanto vero che l’osservanza delle direttive, affidata al buon senso delle persone e degli operatori economici non può rappresentare un vincolo per la ripresa. Ripresa che, per forza di cose, deve essere lenta e graduale, ma deve pur iniziare per ridare ossigeno a tutti i settori dell’economia, dal turismo al commercio, dall’artigianato alla ristorazione. C’è il rischio concreto che la crisi economica produca più danni di quella sanitaria: abbiamo il dovere di fare di tutto perché ciò non avvenga. Vanno bene agevolazioni, aiuti e prestiti, ma dobbiamo tornare ad essere padroni del nostro destino. La stagione turistica sarà molto difficile, dobbiamo in ogni modo provare a risalire la china, dobbiamo dare la possibilità agli operatori di programmare, ristrutturare, riaprire, sempre nel massimo rispetto delle regole a tutela della salute di tutti”.

Torna su