itenfrderues

Area News Comunicati Stampa

E' possibile presentare le richieste per ottenere il bonus di mille euro, ai sensi della legge regionale 10 del 2003, per i bambini nati o adottati in Sicilia nell'anno 2020.
L'istanza può essere presentata da un genitore o da uno dei soggetti che esercitano la potestà parentale, che siano cittadini italiani o comunitari, residenti in Sicilia al momento del parto o dell'adozione. Se si tratta di extracomunitari, devono essere titolari di permesso di soggiorno e residenti in Sicilia da almeno un anno al momento del parto.
L'indicatore Isee del nucleo familiare del richiedente non deve essere superiore a tremila euro. La domanda redatta sul modello predisposto dall'Assessorato Regionale deve essere presentato entro e non oltre il 28 agosto per i nati (o adottati) dall'1 gennaio al 30 giugno 2020, entro il 30 ottobre per i nati (o adottati) dall'1 luglio al 30 settembre ed entro il 29 gennaio 2021 per i nati (o adottati) dall'1 ottobre al 31 dicembre 2020).
Per ulteriori informazioni o chiarimenti, oltre ad avere supporto per la redazione dell'istanza, ci si può rivolgere all’ufficio Servizi Sociali del Comune di Capo d’Orlando al telefono 0941/915350. Responsabile del procedimento è Giuseppina Rigoli.

 

Area News Comunicati Stampa

Sono stati aggiudicati dall'Istituto Autonomo Case Popolari di Messina i lavori di manutenzione urgente e di ripristino delle facciate delle palazzine Iacp di via Lucio Piccolo.
Secondo il progetto redatto dall'Ufficio Tecnico dell'IACP, oltre alle facciate che presentano segni evidenti di degrado, dovranno essere messe in sicurezza alcune parti infrastrutturali e il tetto. I lavori, per i quali è stato erogato un finanziamento di 600mila euro, verranno consegnati nella prima metà di agosto e inizieranno a settembre. “Finalmente partono interventi urgenti che erano attesi da tempo dai residenti – commenta il Sindaco Ingrillì. Nello spirito di collaborazione che sempre ha animato questa Amministrazione, voglio ringraziare l'on. Antonella Papiro per l'attività costante svolta finalizzata all'avvio dei lavori e l'intera struttura dell'IACP di Messina. Sono risposte che le istituzioni sono chiamate a dare alle istanze legittime dei cittadini e per eliminare incuria e degrado”.

Area News Comunicati Stampa

Com'è ormai noto, in questa estate non aprirà la "Spiaggia NoLimits", attrezzata per persone con disabilità sul lungomare Ligabue. Una scelta obbligata, da parte dell'associazione "NoLimits- Al di là del muro", guidata da Patrizia Galipò che, a causa dell'emergenza sanitaria, non ha potuto realizzare le previste attività di raccolta fondi per l'autofinanziamento né attivare le pratiche burocratiche per la riapertura del lido. “In ogni caso – precisa la stessa Patrizia Galipò – non avremmo potuto osservare le previste regole di distanziamento sociale con gli ospiti della struttura in quanto, come portatori di handicap, rappresentano una delle categorie più a rischio ed è inevitabile il contatto fisico con i nostri volontari. Con grande dispiacere abbiamo dovuto rinunciare, ma a tutti i nostri ospiti rinnoviamo l'affetto di sempre danno appuntamento all'estate 2021”. L'Amministrazione Comunale di Capo d'Orlando, che sin dall'inizio ha assicurato supporto alla "Spiaggia NoLimits", sottolineando la grande valenza sociale dell'iniziativa volta a migliorare la qualità della vita delle persone affette da disabilità, ha garantito il sostegno anche per il futuro. Il Sindaco Franco Ingrillì ha assicurato l'impegno a individuare nel Piano per l'Utilizzo del Demanio Marittimo uno spazio sul litorale destinare ad area attrezzata per persone con disabilità. “La sensibilità della comunità orlandina e delle associazioni di volontariato che si impegnano in questo delicato settore è sotto gli occhi di tutti così come l'attività di questa Amministrazione – commenta il Sindaco. Abbiamo il dovere morale di favorire in ogni modo l'inclusione e l'assistenza”

Area News Comunicati Stampa

 

Nessuna esenzione o agevolazione per il pagamento dell'IMU 2020 ai cittadini italiani residenti all'estero.
Secondo quanto disposto dai provvedimenti del governo nazionale per la nuova IMU, non è prevista, com'è era invece fino al 2019, un’assimilazione a prima casa dell’immobile posseduto in Italia, che viene considerato automaticamente come seconda casa ed è quindi sottoposto all’obbligo di versamento IMU.
Per gli iscritti all’AIRE (
Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero), tutti gli immobili posseduti in Italia sono assoggettati al pagamento dell’imposta, secondo le regole specifiche stabilite dal Comune.Tale disposizione è valida per tutti gli immobili abitativi o meno posseduti in Italia dai cittadini italiani residenti all’estero.
Per quanto riguarda il Comune di Capo d'Orlando, l'aliquota Imu è del 9,60 per 1000.
E' possibile pagare la rata scaduta lo scorso 16 giugno con il sistema del cosiddetto ravvedimento operoso: il contribuente,cioè, il contribuente può sanare autonomamente la sua posizione, beneficiando di
sanzioni ridotte rispetto a quelle applicate dal Comune in caso di accertamento.

Area News Comunicati Stampa

Riapre lo spazio LOC nel Centro Culturale “Antonio Librizzi” di Via del Fanciullo. L'evento che segna la ripresa delle attività del Laboratorio Orlando Contemporaneo è fissato per domenica 26 luglio alle ore 20 con una doppia mostra: “Back to Black” e “In Horto”. “Back to Black”, una selezione delle opere in nero della collezione Vita e Paesaggio di Capo d'Orlando, fa da cornice ai particolari lavori di cucito proposti dall'artista orlandina Tiziana Scarvaci nell'esposizione dal titolo “In Horto”.
Due mostre che dialogano e si propongono come un ponte tra uno stile artistico ormai consolidato, rappresentato dai noti nomi dell'arte contemporanea di fine novecento presenti nella collezione e una nuova narrazione, da leggere tra i fili che compongono le opere di Tiziana.
Per il direttore artistico del Loc, Giacomo Miracola, "In Horto non racconta storie antiche di manualità, di abilità, di tradizione: suscita invece paesaggi segreti, mappe nascoste, tirano le trame di un immaginario di una pratica di uso quotidiano capace di esprimere il desiderio di fuga, di separarsi da una realtà considerata ossessiva.

Torna su