itenfrderues

Area News Comunicati Stampa

Da lunedì a mercoledì locali pubblici chiusi all’1 di notte, giovedì e domenica all’1,30, mentre venerdì e sabato la chiusura deve avvenire entro le 2,30.
Lo dispone l’ordinanza firmata dal Sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì che ha disciplinato “fino a nuova disposizione” gli orari di chiusura di ristoranti, trattorie, pizzerie, pub, self-service, bar, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie e locali simili.
Tutti sono invitati a rispettare e far rispettare le regole di distanziamento per prevenire o ridurre il rischio del contagio da Covid-19.
Il provvedimento del Sindaco Ingrillì è stato adottato dopo una serie di consultazioni con i sindaci dei Comuni a maggiore vocazione turistica e a seguito delle risultanze del Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza dell’11 giugno scorso convocato dal Prefetto di Messina.
Con la stessa ordinanza viene regolamentata l’attività di intrattenimento e diffusione musicale “nelle aree esterne e dehors di rispettiva pertinenza” dei locali. La musica sarà consentita fino alle ore 1.00 nei giorni di Lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e domenica, mentre venerdì e sabato sarà consentita sino alle ore 2.00. Intrattenimento musicale vietato nella fascia oraria compresa tra le ore 14 e le 17. I titolari dei locali dovranno osservare scrupolosamente la normativa in materia di inquinamento acustico e, in ogni caso, le emissioni di musica in spazio esterno e dehors non potranno superare i 60 DB.
Per i trasgressori delle disposizioni relative agli orari di chiusura e degli intrattenimenti musicali sono previste sanzioni fino a 500 euro.

Area News Comunicati Stampa

Da oggi non ci sono più persone in isolamento a Capo d'Orlando a causa dell'emergenza sanitaria Covid-19.
L'Asp di Messina ha comunicato gli esiti degli ultimi tamponi, tutti negativi, eseguiti sulle persone che erano rientrate da fuori Regione prima del 29 maggio. Come disposto dall'ordinanza del Presidente della Regione Nello Musumeci entrata in vigore il 3 giugno, infatti, chi è arrivato nei giorni dal 30 maggio al 2 giugno, ha dovuto autocertificare il proprio stato di salute ed è stato monitorato dalle Unità di Continuità Assistenziale appositamente istituite, mentre tutti coloro che sono rientrati dal 3 giugno in poi non sono stati sottoposti ad alcuna limitazione.
“Capo d'Orlando è città sicura – commenta il sindaco Ingrillì – la situazione è davvero sotto controllo e possiamo esprimere piena soddisfazione per la gestione della fase acuta dell'emergenza. Al tempo stesso, siamo consapevoli di dover continuare a tenere alta la guardia rispettando le regole principali del distanziamento interpersonale e dell'utilizzo delle mascherine nei luoghi chiusi. Viviamo un'estate serena, ma con senso di responsabilità, a tutela della salute di tutti e di ciascuno”

Area News Comunicati Stampa

E' in vigore da questa settimana l'ordinanza per la prevenzione degli incendi che impone il divieto, dal 15 giugno al 15 ottobre, di accendere fuochi in prossimità di boschi, terreni agrari e/o cespugliati, lungo le strade Comunali, Provinciali, Statali e Autostradali ricadenti sul territorio comunale. Negli stessi luoghi, non è consentito fumare o usare apparecchi a fiamma libera o elettrici che producono faville.
Pesanti le sanzioni per i trasgressori: le multe vanno da 1.032 a 10.329 euro, oltre alla denuncia penale, se i fuochi procurano incendio o anche solo potenzialmente l’innesco.
La stessa ordinanza dispone che è categoricamente vietato bruciare sterpaglie e residui della potatura nel periodo di massimo rischio per gli incendi, e cioè dal 15 giugno al 15 settembre. Invece, tra il 16 settembre e il 15 ottobre è possibile bruciare in aree poste ad una distanza non inferiore a 200 metri dai margini esterni dei boschi e delle aree protette, sempre nella fascia oraria tra le 5 e le 9 del mattino. Inoltre, dall’accensione alla fase di spegnimento, il fuoco deve essere costantemente vigilato fino alla completa estinzione di focolai e braci. E' comunque vietata l’accensione di fuochi nelle giornate calde e particolarmente ventilate soprattutto nei casi di venti provenienti da Sud-Est (scirocco).
Per il contrasto al fenomeno degli incendi è fondamentale la collaborazione dei cittadini: chiunque avvisti un incendio, deve darne immediata comunicazione ai Vigili del Fuoco o al Servizio Antincendio Boschivo del Corpo Forestale di Naso, alla Polizia Municipale, alla Stazione Carabinieri di Capo d’Orlando o alla Protezione Civile, fornendo quante più indicazioni possibili per la sua localizzazione, ai seguenti numeri telefonici:

Numero Unico Emergenze 112

Vigili del Fuoco 115

Distaccamento Corpo Forestale di Naso 0941 961663

Corpo Forestale Regione Siciliana Servizio Emergenze Ambientali 1515

Polizia Municipale 0941 915328

Ufficio Comunale Protezione Civile 0941 915224

Dipartimento Regionale Protezione Civile Sala operativa regionale (SORIS) 800404040

L'ordinanza integrale è consultabile sul sito internet del Comune di Capo d'Orlando.

Area News Comunicati Stampa

A seguito dell'accordo raggiunto sulla ripresa del servizio di raccolta porta a porta tra l’Amministrazione Comunale, i responsabili della Loveral s.r.l. e i rappresentanti sindacali degli operai, è stata decisa la riapertura temporanea del Centro Comunale di Raccolta di Pissi.
Fino a venerdì 19 giugno il CCR sarà aperto per il conferimento della frazione organica o dell'indifferenziato dalle 8 alle 10.

Area News Comunicati Stampa

Riprenderà domani il servizio di raccolta differenziata a Capo d’Orlando. A margine di un incontro nell’aula consiliare è stato raggiunto l’accordo sugli stipendi arretrati tra l’Amministrazione Comunale, i responsabili della Loveral s.r.l. che gestisce il servizio e i rappresentanti sindacali degli operai.
“L’accordo raggiunto è frutto di una fattiva collaborazione tra tutte le parti in causa – commenta il Sindaco Franco Ingrillì – soprattutto voglio ringraziare gli operai per l’ennesima dimostrazione di maturità e per il senso di responsabilità mostrato. I mancati incassi da parte del Comune a causa dell’emergenza coronavirus insieme al ritardo negli aiuti annunciati dal Governo hanno creato una situazione davvero difficile, ma con uno sforzo congiunto insieme alla Loveral siamo riusciti a raggiungere l’intesa per salvaguardare un servizio essenziale per la comunità e per rispondere alle legittime istanze delle famiglie degli operai. Anche la situazione legata alla chiusura della discarica di Grotte San Giorgio si è sbloccata e da oggi è consentito accedere nuovamente all’impianto”.
Da domani, martedì 16 giugno, il servizio di raccolta differenziata riprenderà con il conferimento programmato della plastica rispettando il calendario settimanale.
L’Assessore Fabio Colombo precisa inoltre che “in via eccezionale, visti i due giorni di stop forzato sarà riaperto il Centro Comunale di Raccolta di Pissi sino a sabato, in modo da venire incontro a chi ha esigenze particolari di conferimento di frazione organica o di indifferenziato. Al CCR verranno effettuati controlli accurati e per questo chiediamo a tutti di rispettare i criteri corretti di smaltimento”.

Torna su