itenfrderues

Comunicati Stampa

Nei primi sei mesi dell'anno, solo ad aprile il Comune di Capo d'Orlando, come praticamente tutti i centri siciliani, ha potuto conferire con continuità la frazione organica nell'impianto per la raccolta dell'organico.
A seguito di irregolarità accertate dai NOE, Arpa, Asp e Province e di provvedimenti giudiziari, oltre metà degli impianti di tutta la Regione sono fermi, a ritmo ridotto o sono vicini allo stop per manutenzione, come dichiarato dal dirigente generale del dipartimento Rifiuti della Regione Siciliana Salvatore Cocina. Inoltre, la Raco srl di Catania, dove il Comune di Capo d'Orlando attualmente trasporta la frazione umida ha chiuso l'impianto per lavori dal 27 luglio al 19 agosto. Per questo motivo, inevitabilmente, la percentuale del conferimento della frazione organica ha subito un calo in questa parte del 2019. Realtà che riguarda Capo d'Orlando come quasi tutti i comuni siciliani.


Complessivamente, però, nei primi sei mesi del 2019 sono stati conferiti in discarica 1493 tonnellate di rifiuti indifferenziati, contro le 1456 tonnellate dello stesso periodo del 2018. Una differenza di sole 37 tonnellate rappresenta comunque un dato positivo, se si considera che in questi primi sei mesi dell'anno l'organico è stato conferito insieme all'indifferenziato a causa dei noti problemi degli impianti. Inoltre, a maggio 2018 erano state trasportate in discarica 266 tonnellate di indifferenziato contro le 268 tonnellate del maggio 2019. A giugno 2018 le tonnellate di indifferenziato erano state 236, mentre nel giugno 2019 sono state 200.
“Sfido chiunque a dire che ci sono stati o ci saranno aumenti dei costi a carico dei cittadini – commenta il Sindaco Franco Ingrillì – bisogna, piuttosto, sottolineare che, nonostante i problemi con il conferimento dell'organico negli impianti preposti, i dati sono senz'altro incoraggianti e se la percentuale complessiva dei primi sei mesi dell'anno è sostanzialmente in linea con quella del 2018, gli ultimi dati sono addirittura positivi e ci invogliano a proseguire sulla strada intrapresa. Differenziare di più e meglio è più di un obiettivo: è un dovere civico per tutelare l'ambiente e la comunità in cui viviamo”.

Referendum Costituzionale 2020

Avviso Pubblico

Bandi e Concorsi

Ordinanze

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa

Il Sindaco Ingrillì: “Sul progetto del depuratore tante accuse ingiustificate”

Sulla vicenda del progetto di adeguamento del depuratore di Tavola Grande, il Sindaco Franco Ingrillì ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Mi rendo conto che l'argomento sia materia piuttosto ostica per i profani e, al tempo stesso, comprendo bene, ma non condivido affatto, che c'è anche chi vuole cavalcare politicamente una questione che sta a cuore all'intera comunità orlandina. Ma io non ci sto. Non mi piace che venga gettato discredito sulla professionalità degli uffici né mi piace che venga mistificata la realtà.
Nel maggio 2019, l'ex dirigente del Servizio 1 del Dipartimento Regionale Ambiente, Mario Parlavecchio, ha scritto una nota indirizzata al “Commissario Straordinario Unico per il coordinamento e la realizzazione degli interventi di collettamento, fognatura e depurazione delle acque reflue urbane” specificando che per le varianti proposte si deve fare richiesta “ai sensi dell'art. 6 comma 9 d lgs 152/06”.
Secondo questa norma, cioè, l'ente proponente ha la facoltà, ripeto: la facoltà, di richiedere all’autorità competente, trasmettendo adeguati elementi informativi tramite apposite liste di controllo, una valutazione preliminare al fine di individuare l’eventuale procedura da avviare.
Richiesta legittimamente presentata non dal Comune ma dalla Sogesid, la società commissariale che gestisce il finanziamento e che ha la responsabilità dell'iter procedurale. Il problema è che sono passati 16 mesi per avere una risposta!

Leggi tutto...

Comunicati Stampa

Dal MIBACT diecimila euro per l'acquisto di nuovi libri per la Biblioteca Comunale

Il Ministero dell'Istruzione ha assegnato 10mila euro al Comune di Capo d'Orlando per l'acquisto di nuovi libri destinati alla biblioteca. I fondi provengono dal bando del MIBACT per il sostegno all'editoria previsto dal decreto ministeriale del giugno scorso finanziato con i fondi per le emergenze per le imprese e le istituzioni culturali. Soddisfazione da parte del Sindaco Franco Ingrillì e dell'Assessore Fabio Colombo per l'attività svolta dalla biblioteca comunale che ha portato alla concessione del contributo: “Amplieremo la qualità del servizio di prestito libri della nostra biblioteca che già oggi può contare su un patrimonio librario importante”.
La Biblioteca Comunale di Via del Fanciullo, diretta dal responsabile Carlo Sapone, nell'anno 2019 ha ospitato 550 lettori e ha concesso quasi 1200 libri in prestito.

 

Comunicati Stampa

Aggiornamento emergenza Covid: 3 persone positive e 29 in isolamento

Il Sindaco di Capo d'Orlando Franco Ingrillì aggiorna la situazione riguardo l'emergenza Covid-19. Ecco la sua dichirazione:
"Stamattina è arrivata la comunicazione dell’Asp sull’esito positivo del tampone effettuato sul dipendente di un locale pubblico di Capo d’Orlando. L’uomo si trova in isolamento domiciliare ed è in buone condizioni generali di salute. E’ doveroso precisare che la persona risultata positiva al tampone era entrata in ferie a partire da domenica scorsa, 13 settembre, e quindi, nella settimana appena conclusa, non ha prestato servizio nel locale pubblico in cui lavora.
Come già detto ieri, una volta venuti a conoscenza dei lievi sintomi accusati dal dipendente, i titolari e l’altro personale del locale interessato si sono sottoposti al tampone in una struttura privata e i risultati sono tutti negativi. Per loro, comunque, è scattato l’isolamento in attesa di eseguire il tampone “ufficiale” da parte dell’Asp. Come sempre, comunicherò tempestivamente i risultati del test.
Al momento, quindi, abbiamo tre persone positive: oltre a quello di oggi, come ricorderete, ci sono un ragazzo rientrato da una vacanza e una donna tornata a Capo d’Orlando dal suo paese estero d’origine. Quest’ultima è risultata negativa al tampone effettuato nel fine settimana. Stamattina è stata sottoposta a nuovo test di conferma e, se anche questo risulterà negativo, potrà uscire dalla quarantena.
Attualmente, tra persone provenienti da paesi a rischio e soggetti venuti a contatto diretto o indiretto con positivi, a Capo d’Orlando ci sono 29 persone in isolamento domiciliare.
Molti cittadini mi hanno segnalato che in diversi locali, da parte dei titolari o del personale, non viene osservato l’obbligo di indossare la mascherina. #osservareleregole non è un capriccio, ma una necessità per prevenire il contagio e limitare il rischio di diffusione del nuovo coronavirus. Indossiamo le mascherine, igienizziamo spesso le mani e rispettiamo il distanziamento interpersonale: misure semplici ma fondamentali per tutelare la nostra salute, quella di chi ci sta vicino e dell’intera comunità".
 
 

Comunicati Stampa

“A scuola in sicurezza”, verso la conclusione l'adeguamento dei plessi

Uno sforzo congiunto tra Amministrazione, dirigenti scolastici e gli altri enti e associazioni a diverso titolo coinvolti ci sta portando all'obiettivo di aprire in sicurezza il nuovo anno scolastico. Saremo pronti per il 24 settembre, quanto entreranno in classe anche gli alunni dei due istituti comprensivi”. Così il Sindaco di Capo d'Orlando Franco Ingrillì ha presentato interventi di adeguamento e adattamento funzionale alle normative anti Covid degli spazi e delle aule in corso nei plessi degli Istituti Comprensivi di Capo d'Orlando. “Grazie a questa piena sinergia instaurata con i dirigenti, con il Centro Provinciale per l'Istruzione degli Adulti, la Curia Vescovile e l'Associazione culturale musicale Città di Capo d'Orlando stiamo concludendo gli spostamenti e i lavori previsti. Ma al di là degli interventi strutturali – ha affermato il Sindaco – sarà importante che tutti, dalle famiglie, agli studenti, dai docenti, al personale Ata, osservino le regole previste. Bisogna salvaguardare in ogni modo la scuola e il valore sociale che rappresenta”.
E' stato l'Assessore alla Pubblica Istruzione Andrea Paterniti ad illustrare nel dettaglio interventi nei diversi plessi che comporterà il trasloco di poche classi dalle sedi originarie: “Dal plesso di Piscittina due classi si trasferiranno nei locali messi a disposizione dalla curia vescovile nei locali della parrocchia di Sant'Antonio a Piana, mentre una classe del plesso di Vina verrà spostata nella sede di Torrente Forno. Nel plesso di Santa Lucia – ha continuato Paterniti – la sala adibita a mensa è stata divisa per accogliere due sezioni della Scuola dell'Infanzia, mentre un altro locale è stato recuperata grazie alla dispobilità della banda musicale che ha accettato di trasferirsi all'ex Merendino sul lungomare Doria.

Leggi tutto...

Torna su