itenfrderues

Comunicati Stampa

Si rinnova l'appuntamento con il Cile che per la quarta volta ritorna allo Spazio LOC con un nuovo progetto e con nuovi artisti.
"Un mare senza coste" è il titolo della mostra che aprirà domani, venerdì 26 luglio alle ore 19.30, e si concluderà il giorno dopo. La mostra, curata da Nancy Mansilla, ospita opere degli artisti Francisco Gabler, José Pemjean, Cristian Munilla, Claudia Riquelme, Sebastián Calfuqueo che hanno elaborato cartografie di senso che affrontano il corpo a partire dalla nascita, dal rapporto che stabiliamo con lo spazio sociale e dall'interrogazione delle forze che generano un impatto distruttivo o addirittura sconosciuto per la nostra convivenza.
“E' un progetto – spiega il curatore dello Spazio Loc ed esperto per il Comune di Capo d'Orlando Giacomo Miracola - che nasce dall’esigenza e dalla volontà di dare visibilità internazionale allo Spazio LOC e come mezzo per favorire la continuità di nuovi processi comunicativi e culturali con l'arte cilena contemporanea che nel corso degli anni lo Spazio Loc ha saputo costruire e consolidare con già ben tre progetti di residenze temporanee alle spalle validamente curate da Chiara Mambro con l'Associazione Sinopsis Australis e Cristian Castro con l'Associazione Interno Undici. La filosofia è quella del guardare lontano per agire nel vicino, nel contesto in cui ognuno si trova ad operare. Che ci sia un’emergenza culturale globale è un fatto che sta sotto gli occhi di tutti, che ci sia chi concretamente agisce e investe per fare fronte all’emergenza, è una notizia che spesso non passa”.

“Il legame culturale che in questi anni abbiamo costruito insieme ai vari artisti Cileni ospiti in residenza breve è certamente un passo importante per Capo d'Orlando, perché diventa, attraverso l'azione culturale dello Spazio Loc, uno dei punti di riferimento per la sperimentazione artistica dei numerosi artisti cileni che arrivano in Italia; provare a guardare lontano è quello che facciamo, mettersi insieme per parlare e ragionare su come le cose girino in mondi cosi geograficamente distanti, al di fuori degli schemi previsti dalle funzioni strumentali di determinati rituali dialogici (artistici,etici, politici ed estetici), è una cosa necessaria, ma anche rischiosa. La proposta che facciamo – afferma ancora Miracola - è quella di oltrepassare il dialogo per recuperare due dimensioni del pensare un nuovo modo di “fare arte”. “Un mar sin orillas” è una mostra che mi piace definire istantanea e che per questo utilizza diversi dispositivi di registrazione e interpretazione visiva che uniscono video, fotografia, illustrazione e installazione coinvolgendo in prima persona tutti coloro che ne vengono a confronto. Gli artisti si pongono come osservatori di una realtà contemporanea che permette loro di approfondirla e farne visione attraverso un uso delle tecnologie aperte anche a soluzioni impensate ma che a volte rasentano la perfezione nella descrizione delle problematiche attuali.
Essi infatti spostano il significato della realtà concettualizzandola, quasi fino a renderla transitoria, temporanea, effimera: creando un evento comunicativo emozionante, documentato in maniera esemplare”.


Capo d’Orlando, 25/07/2019

Avviso Pubblico

Bandi e Concorsi

Ordinanze

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa

Decreto Rilancio: la Giunta approva richiesta di anticipazione di liquidità

 

“Abbiamo colto l’opportunità data dal Decreto Rilancio per immettere liquidità nell’economia locale. E’ l’ennesima supporto concreto a piccoli e medi imprenditori in un periodo difficile”.
Così, il Sindaco di Capo d’Orlando commenta la delibera con cui la Giunta Comunale ha approvato ha approvato la richiesta di anticipazione di liquidità alla Cassa Depositi e Prestiti per 12 milioni 780mila euro per procedere al pagamento di debiti commerciali certi, liquidi ed esigibili (relativi a somministrazioni, forniture, appalti e a obbligazioni per prestazioni professionali) in base al Decreto Legge “Rilancio” n. 34 del 19 maggio 2020.
Così come disposto dal provvedimento normativo, la richiesta di anticipazione avrà una durata trentennale, sarà regolata ad un tasso fisso d’interesse dell’1,226% e servirà a pagare debiti contratti fino al 31 dicembre 2019.
“Una scelta ponderata e voluta con la stessa determinazione con cui siamo riusciti a scongiurare il dissesto economico finanziario – commenta ancora il Sindaco Ingrillì. Una scelta in linea con l’indirizzo dato dall’inizio di questo mandato amministrativo, fatto di rigore ed equilibrio”.

Comunicati Stampa

Successo per il “Trofeo del Tirreno – Città di Capo d’Orlando”

Entusiasmo, energia e grandi presenze hanno caratterizzato il torneo di calcio giovanile “Trofeo del Tirreno – Città di Capo d’Orlando”. Oltre mille persone, infatti, hanno pernottato nello scorso fine settimana negli alberghi, nei residence e nei b&b orlandini per prendere parte ad una manifestazione che ha visto la partecipazione di 75 squadre dalle categorie “primi calci” agli “allievi” provenienti dalle 9 province siciliane e da Reggio Calabria. Le vittorie sono andate rispettivamente La Meridiana Catania (categoria anno 2003), Segato Reggio Calabria (anno 2005), Team Calcio Palermo (2006), Segato Reggio Calabria (2007), Segato Reggio Calabria (2008), Magica Catania (2009), Segato Reggio Calabria (2010), Segato Reggio Calabria (2011). Al “Trofeo del Tirreno – Città di Capo d’Orlando”, ospitato nei campi del “Merendino”, del “Tartarughino” e di Piazza Trifilò, oltre che allo Stadio “Enzo Vasi” di Gliaca di Piraino, sono intervenuti osservatori e capi scouting di Juventus, Atalanta, Cagliari, Parma, Fiorentina, Sampdoria, Genoa, Benevento, Empoli, Pescara.
Per l’Assessore Fabio Colombo “il successo del torneo va al di là dell’aspetto tecnico, con la speranza per tutti i ragazzi di calamitare l’attenzione delle grandi squadre. Ma ciò che è più importante, è che da Capo d’Orlando è partito un grande messaggio di speranza e di rinascita: il pienone negli alberghi, nei ristoranti, nelle attività commerciali è un segnale di ottimismo, nella consapevolezza che il binomio sport – turismo, da sempre nella nostra città è una combinazione di successo”  

Comunicati Stampa

Lavori dell'Enel bloccano l'impianto fognario: nuova denuncia del Sindaco

Dopo l'episodio di ieri all’altezza della via Gambitta Conforto, oggi si è registrato un altro sversamento di liquami in mare nella zona compresa tra gli incroci del Lungomare Doria con Via Colombo e Via del Fanciullo. Anche in questo caso, il problema è legato al distacco della corrente elettrica da parte dell’Enel che sta effettuando dei lavori in zona e che ha determinato il blocco della stazione di sollevamento n. 6.
In mancanza di segnalazione preventiva, non è stato possibile per la ditta incaricata della manutenzione dell'impianto fognario, programmare il noleggio di gruppi elettrogeni adeguati in grado di sopperire al distacco dell'energia elettrica.
Il Sindaco Franco Ingrillì ha dato mandato agli uffici di procedere per le vie legali contro Enel per i gravi danni d'immagine provocati dagli sversamenti che, tra l'altro, vanificano il grande lavoro di programmazione e di manutenzione costante dell'impianto fognario. L'Enel continua ad operare in modo anarchico senza rispetto alcuno per l'Istituzione comunale, per le attività commerciali e per i cittadini. Nel 2020 non può risolvere tutto con un foglietto appiccicato al muro. Qualcuno dovrà rispondere di tutto questo”.

 

Comunicati Stampa

Sversamenti di liquami in mare: azione legale contro l'Enel

Lo sversamento odierno dei liquami in mare all’altezza della via Gambitta Conforto è imputabile esclusivamente al distacco della corrente elettrica da parte dell’Enel che sta effettuando dei lavori in zona. Tale distacco ha riguardato anche le pompe di sollevamento determinando un grave disagio in una parte di litorale molto frequentata. L’Amministrazione Comunale intende avviare un’azione legale nei confronti dell’Enel con contestuale richiesta di ristoro per i gravi danni d’immagine subiti.
Il Sindaco Ingrillì sottolinea che “durante i mesi invernali è stata intrapresa una attività di manutenzione costante della rete fognaria proprio allo scopo di prevenire eventuali guasti, ma nulla possiamo contro le scellerate scelte della società che gestisce il servizio elettrico di effettuare i lavori in pieno giorno e in piena estate senza preavviso ufficiale, ma solo affiggendo esili fogli di carta ai lampioni. E’ assurdo”.

Torna su