itenfrderues

Comunicati Stampa

Novità sostanziali nell'ordinanza che disciplina la pulizia dei terreni incolti nel periodo estivo nell'ottica della prevenzione degli incendi.
Sulla scorta delle recenti disposizioni della Prefettura di Messina, il Sindaco di Franco Ingrillì ha firmato l'ordinanza n. 28 del 29 maggio con cui si dispone che nel periodo dall'1 giugno al 30 settembre sarà vietato accendere fuochi in prossimità di boschi, terreni agrari e/o cespugliati, lungo le strade Comunali, Provinciali, Statali e Autostradali ricadenti sul territorio comunale. Negli stessi luoghi, non è consentito fumare o usare apparecchi a fiamma libera o elettrici che producono faville.
I proprietari o i conduttori di aree agricole non coltivate, oltre a tutti i proprietari di aree verdi urbane incolte o di edifici con annesse aree pertinenziali, dovranno “provvedere ad effettuare i relativi interventi di pulizia a propria cura e spese dei terreni invasi da vegetazione, mediante rimozione di ogni elemento o condizione che possa rappresentare pericolo per l’incolumità e l’igiene pubblica”.
In caso di inosservanza, il Comune potrà provvedere d’ufficio ed in danno dei trasgressori. Inoltre, i soggetti inadempienti saranno responsabili dei danni che, a seguito d'incendi, si dovessero verificare a carico di persone e/o beni mobili e immobili.
Nei periodi dall’1 giugno al 30 giugno e dall’1 ottobre al 31 ottobre, è consentito bruciare materiale agricolo o forestale proveniente da sfalci, potature o ripuliture dalle ore 5 alle 9 del mattino previa comunicazione fatta al Distaccamento forestale competente per territorio. Inoltre, la combustione controllata deve essere effettuata in aree distanti da zone cespugliate e/o arboree; dall’accensione alla fase di spegnimento, il fuoco deve essere costantemente vigilato fino alla completa estinzione di focolai e braci; possono essere destinati alla combustione all’aperto cumuli di vegetali in quantità giornaliere non superiori a 3 metri cubi (vuoto per pieno) per ettaro di materiale agricolo e forestale derivante da 2/3 sfalci, potature e ripuliture. E' comunque vietata l’accensione di fuochi nelle giornate calde e particolarmente ventilate soprattutto nei casi di venti provenienti da Sud-Est (scirocco).

Cambiano anche le sanzioni previste per la violazione dell'ordinanza: in caso di trasgressione al divieto di pascolo su soprassuoli delle zone boscate percorsi dal fuoco si applica una sanzione amministrativa, per ogni capo di bestiame, non inferiore a 31 euro e non superiore a 62; nel caso di trasgressione al divieto di caccia sui medesimi soprassuoli si applica una sanzione amministrativa non inferiore a 207 euro e non superiore a 413 euro; la trasgressione al divieto di realizzazione di edifici e/o strutture e infrastrutture finalizzate a insediamenti civili e attività produttive su soprassuoli percorsi dal fuoco è punita con la sanzione penale prevista dall’art. 20, comma 1, lett. c) della legge n. 47/85 e s.m.i. (arresto fino a due anni e ammenda da un minimo di 15.493,00 euro ad un massimo di 51.645,00 euro). Il giudice, nella sentenza di condanna, dispone la demolizione dell’opera ed il ripristino dello stato dei luoghi a spese del responsabile.
Nel caso di mancata pulizia, scerbamento e decespugliamento di aree incolte e/o di incurato accumulo delle relative sterpaglie, sarà applicata una sanzione amministrativa non inferiore a 31 euro e non superiore a 62 euro. La trasgressione al divieto di accensione dei fuochi sarà applicata una sanzione amministrativa non inferiore a 31 euro e non superiore a 62 euro.
Nel caso in cui la trasgressione al divieto dei fuochi abbia procurato incendio o anche solo potenzialmente l’innesco sarà applicata, oltre alla eventuale sanzione prevista dal codice penale, anche una sanzione amministrativa compresa tra 1.032 euro e 10.329 euro.
L'ordinanza integrale è consultabile sul sito internet del Comune di Capo d'Orlando.

Ordinanze

Avviso Pubblico

Bandi e Concorsi

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa

Centro vaccinale di Piazza Bontempo: positivo sopralluogo vertici Asp

Il Commissario per l’emergenza Covid dell’Asp 5 di Messina Alberto Firenze e il direttore generale della stessa Asp Bernardo Alagna hanno effettuato un sopralluogo nel centro vaccinale di Piazza Bontempo, l’unico autorizzato al momento in Provincia oltre a quelli di Messina e Taormina.
I vertici dell’Asp si sono complimentati con il Sindaco Franco Ingrillì e con i rappresentanti delle imprese (Irritec, Eurofood e C.P.R. Consulting) che hanno contribuito alla nascita della struttura, unica sul territorio provinciale ad essere realizzata con una stretta collaborazione pubblico-privato.  
Le prenotazioni saranno gestite direttamente sulla piattaforma digitale www.siciliacoronavirus.it/ anche se, per l’avvio ufficiale, bisogna attendere le disposizioni organizzative a cui sta lavorando l’ufficio del Commissario per l’emergenza Covid che sta valutando le disponibilità sia del personale sanitario che dei vaccini.
“Da una esigenza grave qual è la pandemia stanno venendo fuori esperienze importanti come questa di Capo d’Orlando dove è stato creato un sito vaccinale dal nulla – ha dichiarato il direttore generale dell’Asp Alagna – e che si inquadra bene nel quadro complessivo degli hub che si stanno allestendo nel territorio provinciale. Adesso tocca a noi trarre il massimo della potenzialità da questa struttura che forniremo di tutti i vaccini disponibili”. 
“Dalla prossima settimana saremo operativi – commenta il Sindaco Franco Ingrillì – anche se siamo consapevoli che molto dipende dalla distribuzione dei vaccini. Si partirà, come hanno anche riferito i vertici dell’Asp con circa 400 vaccini al giorno, ma l’obiettivo è quello di raddoppiare le somministrazioni giornaliere. Grazie al volontariato dei medici di famiglia e al supporto dei medici forniti dall’Asp sapremo dare un contributo notevole alla campagna vaccinale di tutto il comprensorio dei Nebrodi per vincere insieme questa battaglia per il ritorno alla normalità”.

Comunicati Stampa

Bilanci e situazione economica: la conferenza stampa del Sindaco Ingrillì

La situazione economico finanziaria del Comune di Capo d’Orlando è stata argomento centrale di una conferenza stampa del Sindaco Franco Ingrillì. Ecco la sintesi del suo intervento:
Si gioca con le parole e si cerca di fare confusione forse nella prospettiva della campagna elettorale, ma la verità è che stiamo parlando di crediti da riscuotere e non di debiti da pagare. E abbiamo fatto e faremo di tutto per recuperare i tributi comunali che non sono stati pagati oltre a tutte le risorse che devono giungere da enti diversi, tenendo sempre presenti le grandi difficoltà che riscontriamo quotidianamente a causa dell’emergenza pandemica e della crisi economica collegata. Ma c’è sempre chi gioca con gli equivoci: da un lato ci sollecitano ad accelerare con la riscossione e dall’altro, anche in Consiglio Comunale, si chiede di dilazionare i pagamenti. La demagogia non ci appartiene: è giusto che gli utenti paghino, ma nei tempi e nei modi dovuti perché dobbiamo avere ben presente il momento storico che siamo vivendo. Con la serenità che ci ha sempre contraddistinti abbiamo sfruttato l’opportunità di integrare il Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità all’interno del bilancio consuntivo e di spalmare la riscossione dei crediti, come concede la normativa vigente, in un arco temporale di quindici anni, con quote annuali costanti.
Quelle che stiamo compiendo non sono manovre oscure, come qualcuno vuole farle passare, ma semplici inquadramenti di bilancio dovuti in base alle novità normative: non rinunceremo a rendere una sempre elevata qualità dei servizi nonostante una forzatamente ridotta capacità di spesa e continuiamo a lavorare sul territorio con interventi mirati nelle scuole, nei servizi ambientali, nella gestione dell’emergenza Covid con il centro vaccinale che è stato autorizzato dall’Asp e, in generale, per migliorare la vivibilità.
Il nostro è stato un percorso lineare scandito dai dati: non abbiamo attivato nessun mutuo, abbiamo pagato regolarmente circa 1milione 600mila rate di mutui precedenti, abbiamo ridotto l’anticipazione di cassa da 7milioni e 188mila euro a 5milioni e 800mila, recuperando di fatto 1 milione e 300mila euro e abbiamo anche condotto una proficua lotta all’evasione che ha fatto incamerare nelle casse comunali oltre un milione di euro nel corso del 2019. Certo, non siamo in una situazione florida, ma senz’altro siamo in una condizione migliore rispetto a quella di 4 anni fa. Al tempo stesso è giusto dire che la progettualità politica delle Amministrazioni Sindoni sono servite a far compiere a Capo d’Orlando un significativo salto di qualità promozionale e con innegabili ricadute positive di natura economica per tutte le attività.
Confermiamo la riduzione della Tari al 25% ottenuta grazie ad una attenta rimodulazione del servizio di raccolta rifiuti, confermiamo, soprattutto, la volontà di seguire la strada intrapresa, a testa alta e con determinazione”.

 


Comunicati Stampa

Lunedì iniziano i lavori di manutenzione del tetto del Municipio

Inizieranno lunedì i lavori di ripristino e manutenzione straordinaria del tetto del palazzo Municipale, danneggiato dal vento e dagli eventi atmosferici nel dicembre 2019.
Gli interventi, finanziati dalla Protezione Civile Regionale per un importo di 150mila euro, saranno realizzati dalla ditta “Costruzioni Edili di Antonino Ceraolo & C snc” di Capo d'Orlando.
Prevista la rimozione e sostituzione delle tegole in coppo siciliano che costituiscono al copertura, oltre al ripristino dell’impermeabilizzazione e la sostituzione di grondaie e scorsaline in alluminio. Infine, verranno ripristinati i cornicioni lesionati e il risanamento della muratura che ha subito infiltrazioni.
Responsabile Unico del procedimento è l’architetto Mario Sidoti Migliore.

Comunicati Stampa

Attivato il portale PagoPa per i pagamenti di canoni e tariffe comunali

Il Comune di Capo d'Orlando ha aderito al sistema nazionale dei pagamenti PagoPa, la piattaforma che consente a cittadini e imprese di effettuare pagamenti verso le pubbliche amministrazioni e i gestori di servizi di pubblica utilità in modalità elettronica.
Tramite la piattaforma PagoPA cittadini e imprese hanno la possibilità di pagare in modalità elettronica la Pubblica Amministrazione, 24 ore su 24 senza doversi recare presso un istituto bancario, scegliendo tra l'addebito in conto corrente o il pagamento con carta di credito.
È possibile effettuare sia pagamenti predeterminati, rispetto ai quali il Comune ha inviato un documento contenente un importo già calcolato (avviso, fattura o sollecito di pagamento), sia pagamenti spontanei (o in auto-liquidazione) nei casi di assenza di avvisi.
Si può accedere alla piattaforma PagoPa direttamente dal sito istituzionale del Comune di Capo d’Orlando tramite il link:
https://www.comune.capodorlando.me.it/pagopa

Torna su