itenfrderues

Comunicati Stampa

Il Sindaco di Capo d'Orlando Franco Ingrillì ha scritto al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Presidente della Regione Siciliana, all'Assessore Regionale agli Enti Locali e al Presidente dell'Anci. 
Il Sindaco chiede al governo di sospendere il prelievo sull’IMU finalizzato ad alimentare il Fondo di solidarietà e di rinviare il pagamento della rata (prevista per fine maggio) dei mutui inerenti il D.L. n.35 dell’aprile 2013 sul pagamento dei debiti delle Pubbliche Amministrazioni. Ecco il testo integrale della lettera:

Signor Presidente della Repubblica, Signor Presidente del Consiglio dei Ministri,

Da quasi quattro anni, ormai, ho l’onore di guidare il Comune di Capo d’Orlando, terzo centro della Provincia di Messina per densità di popolazione, punto di riferimento turistico e commerciale per il vasto comprensorio dei Nebrodi.
Dal 2012, Capo d’Orlando è stato dichiarato comune virtuoso sulla scorta delle normative seguite alla grave crisi finanziaria e da allora subisce un’imponente decurtazione dei trasferimenti statali. Questi tagli aggravano l’esposizione debitoria del Comune che amministro e incidono sull’erogazione dei servizi essenziali.
Il Comune di Capo d’Orlando, inoltre, ha subito in questi ultimi otto anni il prelievo sull’IMU finalizzato ad alimentare il Fondo di solidarietà destinato ai Comuni più bisognosi per una quota perequativa di € 1.400.000,00 annui, quota basata sui criteri di capacità fiscale e bisogni standard, a fronte di un incasso complessivo (presunto) di circa € 3.500.000,00 euro. Al Comune di Capo d’Orlando rimangono circa € 2.100.000,00 per pagare stipendi, costi fissi e servizi!
Peraltro, è giusto evidenziare che la trattenuta operata sul gettito dell’IMU in favore del Fondo di solidarietà non assolve solamente una funzione solidale nei confronti degli altri Comuni, ma da questa operazione ne trae vantaggio anche lo Stato, che non trasferisce più ai comuni cosiddetti “non virtuosi” la totalità delle somme, ma ne trattiene una cospicua percentuale.
A seguito della crisi economica degli ultimi anni, poi, il Comune di Capo d’Orlando non è riuscito a mantenere le caratteristiche di Comune virtuoso, subendo il paradosso di dover gestire l’attività amministrativa in situazione di difficoltà finanziaria e, al tempo stesso, continuando a subire il suddetto prelievo.
Come se ciò non bastasse, alle gravi difficoltà finanziarie in atto, si è aggiunta la più grave crisi economica dal dopoguerra a causa dell’emergenza sanitaria del Covid-19,.
Com’è noto, ci troviamo a fronteggiare una situazione molto complessa con ripercussioni evidenti in tutte le categorie sociali e produttive e che ha obbligato i Comuni, anche su corretta indicazione del Governo Centrale, a sospendere il pagamento di tutti i tributi ai propri concittadini. Questa situazione ha aggravato ulteriormente la situazione di difficoltà finanziaria in cui versava l’Ente Locale che amministro. Ciononostante, siamo chiamati ad adempiere agli obblighi di legge e al pagamento dei debiti, oltre a dover continuare a garantire i servizi e alla retribuzione del personale dipendente.


Ad oggi, il Governo Centrale è intervenuto anticipando l’erogazione del fondo di solidarietà ai Comuni ritenuti nel 2012 bisognosi, ma non ha supportato in alcun modo quelli che, come Capo d’Orlando, non usufruiscono di questo aiuto. Pertanto, non è arrivato alcun sostegno, né è stato annunciato.
Il Governo Centrale, inoltre, ha provveduto a rinviare le rate dei mutui dovuti alla Cassa Depositi e Prestiti, ma non quelle inerenti il D.L. n.35 dell’aprile 2013 che hanno scadenza semestrale. Di questi ultimi mutui, la rata con scadenza a fine maggio rappresenta generalmente la quota maggiore di ratei da pagare per i Comuni.
Mi chiedo: in questa situazione come può sopravvivere un Ente locale come il nostro? Come possiamo resistere senza un aiuto immediato da parte del Governo e senza avere al momento alcuna possibilità di introito? Come possiamo provvedere al pagamento quantomeno degli stipendi ai dipendenti, dei costi fissi giornalieri e della rata di mutuo prevista per fine maggio?
Mi chiedo anche cosa potrà accadere quando, com’è prevedibile, la maggior parte dei cittadini che ha dovuto chiudere la propria attività, ma anche gli operatori che hanno visto compromessa la stagione turistica, le imprese che hanno fermato i cantieri, tutti coloro che non avranno percepito gli affitti degli immobili, non riusciranno ad onorare nel mese di luglio il pagamento dell'IMU ai Comuni.

In questo momento di grave emergenza non si può certo parlare di capacità fiscale, eppure l’Ente che amministro è sicuro, al momento, di vedersi decurtata già alla fonte e sulla certa minor quota versata, l’intera somma di 1.400.000,00 euro.

Signor Presidente della Repubblica, Signor Presidente del Consiglio, sono d’accordo nel richiamare l'Europa ai propri doveri comunitari in un momento difficilissimo per tutta l’Unione, ma è di tutta evidenza che anche lo Stato italiano debba, da parte sua, comprendere che qui, immediatamente, o si va incontro alle necessità delle periferie e soprattutto degli Enti Locali, o i Comuni come il nostro soccomberanno prima di quanto si possa immaginare, con conseguenze gravissime, a cascata, sui propri territori.

Non appartengono al mio modo di vedere l’amministrazione della cosa pubblica i gesti plateali e clamorosi: ritengo che il dialogo sia la strada maestra per giungere ad una soluzione anche se, non vi nascondo, ho accarezzato l’idea di consegnare la fascia tricolore a S.E. il Prefetto di Messina. Non per un gesto di resa o di codardia, ma perché non vorrei essere ritenuto responsabile di una pandemia economica che, pure, farebbe danni equivalenti, se non superiori, a quella sanitaria.

Ho sempre onorato questa fascia simbolo di unità e appartenenza che ho indossato con orgoglio sin dal primo giorno di mandato amministrativo e che in questi momenti drammatici, la mia comunità vede come faro nella tempesta, zattera a cui aggrapparsi.

Non cedo alla tentazione di compiere gesti plateali che magari potrebbero darmi la notorietà mediatica: a me interessa di più risolvere il problema, portare soluzioni alla mia comunità, piuttosto che soffiare facilmente sul fuoco del malcontento.

Per questo, proprio nel nome di questa fascia e di questo tricolore, Signor Presidente della Repubblica e Signor Presidente del Consiglio, chiedo il Vostro autorevole intervento per un segnale concreto di vicinanza, non nei confronti solo del Comune che mi onoro di guidare, ma per l’intero territorio e per tutta la popolazione che attende risposte ad istanze legittime.

Al Presidente della Regione, all’Assessore Regionale alle Autonomie Locali, al Presidente dell’Anci, chiedo di farsi portavoce e supportare in ogni modo questa richiesta al Governo centrale: davvero non c’è più tempo!

Dateci strumenti per agire, sostegni concreti per amministrare, dateci un motivo per non arrenderci.

 

Capo d’Orlando, 23/04/2020

 

                                                                                                          Il Sindaco

                                                                                                Dott. Francesco Ingrillì

 

 

 

 

Ordinanze

Avviso Pubblico

Bandi e Concorsi

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa

Consegnati i lavori per le scuole elementari e medie del centro - Verso l’apertura del plesso di Furriolo e della palestra di via Piave

Questo periodo che ci separa dalla fine dell’anno scolastico è caratterizzato dai lavori di adeguamento che interessano buona parte delle scuole di competenza comunale. In particolare, si stanno ultimando di interventi di pulizia e di piccola manutenzione al plesso di contrada Furriolo dopo la conclusione dei lavori di adeguamento sismico. Entro la fine del mese la scuola verrà inaugurata e consegnata all’Istituto Comprensivo “Giovanni Paolo II”. Allo stesso tempo, si stanno completando gli interventi di ristrutturazione e miglioramento sismico della palestra annessa alla scuola Media “Mancari”.
Intanto, il dirigente dell’area Lavori Pubblici del Comune di Capo d’Orlando Mario Sidoti Migliore, nella qualità di Responsabile Unico del Procedimento, ha consegnato i lavori di ammodernamento sismico della stessa Scuola Media “Mancari” alla ditta aggiudicataria dell’appalto, la “Aveni srl” di Barcellona Pozzo di Gotto.
I lavori nello storico plesso di via Piave, finanziati con un milione 669mila euro nell’ambito della programmazione in materia di edilizia scolastica per il triennio 2018-2020, riguarderanno l’adeguamento alle normative di sicurezza, il risanamento dei pilastri, oltre all’adeguamento igienico sanitario dell’edificio e l’abbattimento delle barriere architettoniche. L’intervento inizierà non appena ultimato il trasferimento delle classi e degli uffici.
Consegnati anche i lavori di adeguamento sismico della scuola elementare di Via Roma che saranno eseguito dall’associazione temporanea di imprese costituita da “GF Costruzioni srl” di Santa Venerina e “Caniglia Costruzioni” di Troina. Anche questo progetto, finanziato per l’importo complessivo di un milione 054mila euro, prevede l’adeguamento alle normative di sicurezza con interventi sui solai, sulla muratura e il risanamento dei pilastri, oltre all’adeguamento igienico sanitario del plesso e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Pronti a partire anche i lavori che serviranno a realizzare la palestra del plesso scolastico di contrada Vina già affidati alla L.S.V. Costruzioni S.r.l. di Maletto.
“Avevamo detto che questo 2021 sarebbe stato l’anno delle scuole per Capo d’Orlando – commenta il Sindaco Franco Ingrillì – e credo che questi interventi fortemente voluti e frutto di una attenta programmazione siano anche simbolo della volontà di ripartenza per la nostra comunità dopo un anno fortemente contrassegnato e condizionato dall’emergenza Covid. Lavoriamo per scuole e servizi annessi sicuri, moderni e vivibili: è un messaggio di fiducia che porgiamo alla comunità accompagnato dal sorriso dei bambini”.

Comunicati Stampa

Servizio completamento numerazione civica esterna

Avviato il “Servizio di completamento rilevazione della numerazione civica esterna” su tutto il territorio comunale di Capo d’Orlando.
La nuova numerazione riguarda tutte le unità immobiliari con ingresso indipendente (abitazioni, uffici, attività commerciali, laboratori, garage, ecc.) che hanno accesso diretto dall’area pubblica.
Il personale incaricato assegnerà il numero attribuito provvisoriamente con l’etichettatura numerata dell’accesso in modo da non causare imbrattamento alle pareti e nel caso di assenza degli inquilini/proprietari i tecnici lasceranno un apposito modello di “Richiesta dati” nella cassetta postale.
Il modello compilato potrà essere consegnato
a mano presso l’Ufficio Anagrafe del Comune o tramite mail all’indirizzo This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. o This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Il personale incaricato sarà riconoscibile da un tesserino rilasciato e timbrato dal Comune riportante le generalità del soggetto esecutore, corredato da fotografia per un immediato riconoscimento.
Si precisa che il personale incaricato non è in nessun caso autorizzato a riscuotere alcuna somma di denaro. Il servizio di revisione e rifacimento della numerazione civica esterna sarà completamente gratuito.
Per qualsiasi informazione è possibile contattare l’Ufficio Anagrafe ai telefoni 0941 915312 / 915313.

Comunicati Stampa

Mercoledì 21 aprile si riunisce il Consiglio Comunale

Sono 16 i punti iscritti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale di Capo d’Orlando convocato in seduta ordinaria dal Presidente Carmelo Galipò per le ore 19 di mercoledì 21 aprile. Nel dettaglio:

1. Lettura e Approvazione Verbali sedute precedenti (su proposta del Presidente del Consiglio C.le);
2. Comunicazione composizione Giunta Municipale e conferimento deleghe. Valutazione ai sensi dell'art. 12 della L.R. 7/92 cosi' come modificato dall'art. 8 della L.R. 35/97;
3. Interrogazioni;
4. Approvazione del Regolamento di disciplina del Canone di concessione per l'occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate (su proposta del Sindaco );
5. Revisione periodica delle Partecipazioni ex art. 20 del D. Lgs. 19 agosto 2016 n. 175 e s.m.i. - Ricognizione partecipazioni possedute al 31/12/2019 individuazione partecipazioni da alienare o valorizzare (su proposta del Sindaco);
6. Attribuzione previsione urbanistica Zona Territoriale Omogenea e (agricola ) all' attuale Zona Bianca dell'area esterna al centro abitato e limitrofa alla preesistente zona agricola ubicata nel NCT del Comune di Capo d' Orlando al foglio 13 particelle 940 e 2158 (su proposta dell'Assessore Sergio Leggio Aldo);
7. Approvazione Direttive Generali per la Revisione del Piano Regolatore Generale (art.3, L.R. 15/91 e s.m.i.) (su proposta dell'Assessore Sergio Leggio Aldo);
8. Mozione atto di indirizzo, ai sensi dell' art 28 del vigente Regolamento Comunale, approvato con delibera del C.C. n. 27 del 07/05/2011, al fine di arginare l'inevitabile emergenza sanitaria e scongiurare l'ulteriore aggravamento socio- economico di famiglie ed imprese, nonché l'insolvenza tributaria a seguito della seconda ondata e della probabile terza emergenza epidemiologica (primo firmatario consigliere Liotta Teodolinda);

Leggi tutto...

Comunicati Stampa

Centro vaccinale di Piazza Bontempo: positivo sopralluogo vertici Asp

Il Commissario per l’emergenza Covid dell’Asp 5 di Messina Alberto Firenze e il direttore generale della stessa Asp Bernardo Alagna hanno effettuato un sopralluogo nel centro vaccinale di Piazza Bontempo, l’unico autorizzato al momento in Provincia oltre a quelli di Messina e Taormina.
I vertici dell’Asp si sono complimentati con il Sindaco Franco Ingrillì e con i rappresentanti delle imprese (Irritec, Eurofood e C.P.R. Consulting) che hanno contribuito alla nascita della struttura, unica sul territorio provinciale ad essere realizzata con una stretta collaborazione pubblico-privato.  
Le prenotazioni saranno gestite direttamente sulla piattaforma digitale www.siciliacoronavirus.it/ anche se, per l’avvio ufficiale, bisogna attendere le disposizioni organizzative a cui sta lavorando l’ufficio del Commissario per l’emergenza Covid che sta valutando le disponibilità sia del personale sanitario che dei vaccini.
“Da una esigenza grave qual è la pandemia stanno venendo fuori esperienze importanti come questa di Capo d’Orlando dove è stato creato un sito vaccinale dal nulla – ha dichiarato il direttore generale dell’Asp Alagna – e che si inquadra bene nel quadro complessivo degli hub che si stanno allestendo nel territorio provinciale. Adesso tocca a noi trarre il massimo della potenzialità da questa struttura che forniremo di tutti i vaccini disponibili”. 
“Dalla prossima settimana saremo operativi – commenta il Sindaco Franco Ingrillì – anche se siamo consapevoli che molto dipende dalla distribuzione dei vaccini. Si partirà, come hanno anche riferito i vertici dell’Asp con circa 400 vaccini al giorno, ma l’obiettivo è quello di raddoppiare le somministrazioni giornaliere. Grazie al volontariato dei medici di famiglia e al supporto dei medici forniti dall’Asp sapremo dare un contributo notevole alla campagna vaccinale di tutto il comprensorio dei Nebrodi per vincere insieme questa battaglia per il ritorno alla normalità”.

Torna su