Comunicati Stampa

Il Sindaco di Capo d'Orlando Franco Ingrillì ha tenuto stamattina un incontro operativo con l'intera Giunta Comunale, il Presidente del Consiglio, i Vigili Urbani e il Responsabile della Protezione Civile Comunale per programmare gli interventi da attuare sul territorio comunale alla luce del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri firmato ieri sera che individua nuove zone rosse nel Nord Italia per contenere la diffusione dell'epidemia del nuovo coronavirus.
In considerazione del nuovo flusso di persone provenienti dalla Lombardia e dalle 11 province di Veneto, Piemonte, Emilia Romagna e Marche individuate dal DPCM come zona rossa, è stato deciso di effettuare dei controlli ai passeggeri in arrivo alla stazione ferroviaria di Capo d'Orlando. Infatti tutti coloro che provengono dalle aree individuate hanno l'obbligo di andare in isolamento.
“Di fronte a questo scenario dobbiamo appellarci fortemente al senso di responsabilità di ciascuno - afferma il Sindaco Ingrillì – il bene di tutti passa dai comportamenti di ciascuno di noi. Non dobbiamo consentire al virus di diffondersi in modo veloce per evitare che il sistema sanitario si collassi e sappiamo bene, purtroppo , che la qualità dei servizi sanitari della Sicilia e del Sud in generale, non si avvicina a quella delle Regioni del Nord”.
Da qui l'appello del Sindaco Ingrillì a dissuadere parenti, amici e conoscenti che risiedono fuori dalla Sicilia dai propositi di rientrare nella nostra Regione.
Inoltre, i gestori di locali pubblici sono invitati nuovamente a rispettare le disposizioni del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo che, tra l'altro, sospende fino al 3 aprile tutti gli avvenimenti, pubblici e privati. In particolare, si chiede ai titolari di bar, ristoranti e luoghi di ritrovo, a far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro: “Questa è una battaglia che si vince insieme”.